Giovedì, 01 Febbraio 2024 10:01

Corso di segnaletica stradale per lavoratori e preposti

Come stabilito dal D.M. 22 gennaio 2019, in caso di lavori in corso, operatori e preposti devono salvaguardare la sicurezza su strada per chiunque vi transiti; a tal proposito, devono seguire un corso di segnaletica stradale, in modo tale da allestire ogni cantiere, fisso o mobile, seguendo determinate regole e prevenendo i diversi fattori di rischio.

Cantiere stradale: cos’è?

Qualora su strada si rendano necessari interventi di costruzione o manutenzione, di diversa durata, sorgono delle aree che alterano il normale scorrimento del traffico.

Qualsiasi tipologia di ostacolo o anomalia presente sulla strada è considerata cantiere stradale; lo è il cantiere stradale fisso così come il cantiere stradale mobile, distinzione stabilita dal D.M. 10 luglio 2002 “Disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici, differenziati per categoria di strada, da adottare per il segnalamento temporaneo”.

Il cantiere stradale fisso è tale se non subisce alcuno spostamento per almeno mezza giornata e impone l’allestimento della segnaletica di avvicinamento, di posizione e di fine prescrizione. Il cantiere stradale mobile è invece caratterizzato da una progressione continua a una velocità compresa tra poche centinaia di metri al giorno a qualche km all’ora. In questo secondo caso, l’allestimento del relativo cantiere prevede l’utilizzo di più veicoli appositamente attrezzati di preavviso e di protezione, che si spostano in modo coordinato in base allo stato di avanzamento dell’operazione e che, tramite coni o paletti, delimitano l’area di lavoro.

Dipendentemente dalla tipologia di cantiere e di altri fattori, la normativa stabilisce precise regole di allestimento del cantiere e impone, alle figure coinvolte nei lavori, di seguire il relativo corso di segnaletica stradale.

Obblighi e divieti per allestire un cantiere stradale

La creazione di un cantiere stradale presuppone l’obbligo, per il datore di lavoro, di integrare e rispettare le disposizioni in materia di salute e sicurezza sul lavoro con quelle del Codice della Strada; è sua responsabilità redigere il Piano Operativo per la Sicurezza (POS), ovvero fare una valutazione dei rischi del cantiere stradale, che stabilisca:

  • Misure di prevenzione e protezione adeguate
  • Schemi e tavole per illustrare l’allestimento del cantiere

E che tenga conto di diversi fattori, come:

  • La tipologia di strada
  • Il traffico 
  • Possibili interazioni con altri mezzi, esercizi commerciali, persone, ecc.
  • Modifiche allo scorrimento tradizionale del traffico

Il D.M. 22 gennaio 2019 “Individuazione della procedure di revisione, integrazione e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare” presenta due allegati, il secondo dei quali definisce lo “Schema di corsi di formazione per preposti e lavoratori, addetti alle attività di pianificazione, controllo e apposizione della segnaletica stradale destinata alle attività lavorative che si svolgono in presenza di traffico veicolare”.

Come allestire il cantiere stradale con la segnaletica corretta?

Prima di approfondire le regole alla base del corso di segnaletica stradale, è importante specificare che l’allestimento corretto di un cantiere stradale impone un segnalamento uniforme, che informi gli utenti al meglio sul comportamento da adottare e che sia ben visibile e leggibile, coerente, credibile e idoneo alla situazione stradale reale.

La segnaletica stradale deve inoltre avere le stesse dimensioni di quella permanente ed essere stabile ma non eccessivamente rigida.

Sono considerate corrette tipologie di segnaletica per cantiere stradale temporaneo:

  • Segnalamento del cantiere (segnali di pericolo, segnali di prescrizione - come il dare la precedenza, divieto di sorpasso o divieto di transito - e segnali di indicazione)
  • Delimitazione del cantiere (segnali complementari quali barriere, paletti di delimitazione, coni, delineatori, ecc.)
  • Segnali luminosi (lanterne semaforiche, dispositivi a luce gialla, dispositivi luminosi a luce rossa)
  • Segnali orizzontali (strisce longitudinali per indicare la separazione dei sensi di marcia, le corsie e i margini; strisce trasversali per indicare, ad esempio, il punto di arresto nei sensi unici alternati regolati dai semafori)
  • Sicurezza dei pedoni (corridoio o marciapiede temporaneo, opportunamente segnalato)
  • Segnalamento dei veicoli operativi e dei macchinari esposti al traffico
  • Senso unico alternato (nei casi di restringimento di una carreggiata a doppio senso di marcia)
  • Limitazione di velocità

Formazione e corso di segnaletica stradale

In caso di cantiere stradale, la formazione è obbligatoria per tutti i lavoratori e i preposti della squadra. Il D.M. 22 gennaio 2019 impone la frequentazione e il completamento di un corso teorico e pratico di 8 ore per i lavoratori e di 12 ore per i preposti. Entrambi con obbligo di aggiornamento quinquennale di almeno 6 ore. 

Il corso di segnaletica stradale ha l’obiettivo di far apprendere le tecniche operative più efficaci, soprattutto nei periodi di traffico più intensi, e garantire così la sicurezza durante:

  • Installazione e rimozione del cantiere
  • Revisione e integrazione della segnaletica stradale
  • Manovre di entrata e uscita dal cantiere
  • Interventi in emergenza

Il corso di segnaletica stradale per lavoratori (8 ore) si compone di 3 moduli:

  • Modulo giuridico-normativo (1 ora)
  • Modulo tecnico (3 ore)
  • Modulo pratico (4 ore)

È prevista una verifica intermedia e una finale.

Anche il corso di segnaletica stradale per preposti (12 ore) si compone di 3 modulI:

  • Modulo giuridico-normativo (3 ore)
  • Modulo tecnico (5 ore)
  • Modulo pratico (4 ore)

Anche in questo caso, è prevista una verifica intermedia e una finale.

I principali contenuti dei due corsi per lavoratori e per preposti sono:

  • Codice della strada in materia di esecuzione di opere, depositi e apertura di cantieri
  • Analisi dei rischi per i lavoratori esposti al traffico veicolare e per gli utenti
  • Statistiche degli infortuni e delle violazioni delle norme nei cantieri stradali
  • DPI
  • Organizzazione del lavoro in squadra, compiti e modalità di comunicazione
  • Norme per l’esecuzione in sicurezza degli interventi (con riferimento all’allegato I del D.M. 22 gennaio 2019)
  • Tecniche di installazione, integrazione, revisione e rimozione della segnaletica stradale su tutte le tipologie di strade
  • Tecniche di intervento mediante cantieri mobili
  • Tecniche di intervento in sicurezza per situazioni di emergenza

Il corso per preposti affronta inoltre i temi della legislazione generale di sicurezza sul lavoro, con particolare riferimento ai cantieri temporanei e mobili in presenza di traffico, il disciplinare tecnico relativo agli schemi segnaletici differenziati per categoria di strada e le tecniche pratiche di comunicazione.

Vuoi saperne di più? Contattaci adesso e scopri come possiamo supportarti per garantire la sicurezza su strada, formando adeguatamente preposti e lavoratori che vogliano seguire e completare con successo il corso di segnaletica stradale.

Style Selector

Layout Style

Predefined Colors

Background Image